DIAMO FORMA ALLE TUE IDEE

Riepilogo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti nel carrello: 0
Totale prodotti: € 0,00

Prosegui al carrello

LA FORZA E LA CURA DEL MELAMINICO

09/07/2021

Forse non tutti sanno esattamente di cosa si tratti, ma praticamente è possibile trovarlo in tutte le case, specie in quelle moderne ed arredate più di recente: si tratta del melaminico un materiale di nuova generazione impiegato molto frequentemente, in particolar modo nella realizzazione di elementi d’arredo, partendo dalle cucine, passando per tavoli, armadi, credenze e quant’altro. Vediamo allora di comprendere bene di cosa si tratta, di quali sono le sue caratteristiche, i suoi pregi ed eventuali difetti, in modo tale da essere pienamente consapevoli di cosa stiamo acquistando nel momento in cui decidiamo di investire dei soldi in nuovi mobili, che potrebbero essere realizzati proprio in materiale melaminico! 
 

​​​​​​​Melaminico: che cos’è?

Se un tempo i mobili venivano forgiati quasi esclusivamente in legno massiccio, oggi sono davvero pochi i prodotti realizzati in questa maniera, quasi sempre si ricorre a materiali di nuova generazione ed il melaminico è appunto uno di quelli attualmente più gettonatiLe motivazioni di questo cambio di rotta sono innumerevoli: a partire ovviamente dal fatto che la produzione oramai non è più artigianale ma industrializzata e su vasta scala, ma anche perché i mobilieri con il passare del tempo hanno cercato sempre di migliorare le loro proposte e di abbassare i costi, non solo quelli legati alla realizzazione del prodotto, bensì anche quelli esposti all’utente finale, invogliandolo così all’acquisto. Senza contare che i mobili moderni sono più leggeri, più resistenti, più facilmente manutenibili e più versatili.  La tecnologia si evolve e di pari passo evolvono anche i materiali usati per l’arredamento e per i rivestimenti di casa. Il melaminico presenta numerosi pregi: dura molto a lungo e si graffia difficilmente, così come è molto raro che si macchi o si danneggi in alcun modo, è resistente all’umidità e non teme infiltrazioni. Queste caratteristiche unite al fatto che si tratta di un materiale estremamente economico e versatile, che può essere impiegato in qualunque ambiente di casa, lo rende davvero perfetto per svariati usi. Tecnicamente parlando il melaminico fa parte della famiglia dei pannelli nobilitati, in quanto si compone di varie lastre in legno truciolare, che vengono poi rivestite per l’appunto con una carta impregnata di resina melaminica, estremamente sottile e di materiale sintetico. I rivestimenti disponibili sono pressoché infiniti sia per ciò che concerne le colorazioni, potendo scegliere tra tutte le gamme cromatiche e le tonalità immaginabili, sia per quanto riguarda le texture, alcune delle quali imitano perfettamente le caratteristiche di altri materiali, compreso il legno con le sue venature.
 

Melaminico e laminato: che differenze ci sono tra questi due materiali?

Una delle domande che ci si pone con maggior frequenza riguarda le differenze che ci sono tra il laminato ed il melamicoche spesso vengono erroneamente confusi l’uno con l’altro. Il laminato, come dice il nome stesso, deriva da una serie di processi di laminazione ed in genere viene utilizzato per rivestire pannelli lignei, come quelli realizzati in tamburato, in truciolare, o in Mdf; in alcuni cadi poi il laminato, se di spessore consono, può venir usato anche in forma strutturale, ovvero senza la presenza di alcun pannello di supporto.​​​​​​​ Il melaminico serve anch’esso per rivestire pannelli realizzati con derivati del legno, ma rispetto ai fogli di laminato ha innanzitutto uno spessore inferiore e richiede altri tipi di lavorazioni; di conseguenza anche la resistenza del melaminico è minore rispetto a quella del laminato, nonostante sia anch’esso un materiale solido e duraturo, che peraltro nel corso degli ultimi anni ha saputo evolversi in maniera significativa sia in termini estetici che pratici.
                                                             

La cura del melaminico

Il melaminico è uno dei materiali più utilizzati nel settore dell’arredamento grazie alla sua longevità, alla resistenza all’umidità, al calore e alle macchie. Ideale per i living anche se trova il suo ambiente naturale in cucina, poiché in grado di mantenere la sua eleganza e bellezza anche se sottoposto a diversi stress come quelli che possono avvenire durante la preparazione di un piatto, piuttosto che durante una cena con gli amici. Per una corretta pulizia delle superfici in melaminico, è sufficiente intervenire con un panno umido, preferibilmente con acqua calda, per poi asciugare con un panno morbido. Per quanto riguarda invece le macchie più resistenti, sarà sufficiente utilizzare una spugna e uno dei tanti prodotti per laminati presenti sul mercato, per poi risciacquare subito dopo e asciugare con un panno pulito per evitare la formazione di aloni. Importante evitare l’utilizzo di spugne con superfici particolarmente abrasive (pagliette in acciaio) e prodotti aggressivi come detersivi in polvere, acidi e prodotti candeggianti.

 
Arredomente consiglia i tavoli Traffic e Big in melaminico By Stones, clicca e consulta i tavoli Arredomente.


Ciao, sono Alessandra,posso esserti di aiuto ? Ciao, sono Alessandra, come posso esserti utile ?Ciao sono Alessandra, posso esserti utile?